Blog: http://myrrdin.ilcannocchiale.it

IL solito peso dello studio….. nel 2010

Sono ricominciate le scuole e, come ogni anno, si torna a discutere dei costi dei libri di testo, dei diritti che si dovrebbero pagare per i testi fotocopiati, del peso eccessivo dei libri da portare a scuola ogni giorno, del rischio che questo può rappresentare per la salute dell’apparato osteomuscolare dei più piccoli. Eppure ci si potrebbe affrancare da questi retaggi di un’era pre-elettronica, gli strumenti ci sono, ma l’uso a scopo scolastico non sembra attirare troppi sponsor.

 

Inchiostro elettronico

I lettori tascabili che Sony e iRex lanceranno sul mercato quest’autunno fanno uso della tecnologia di E·Ink, progettata dal Media Lab del Massachussetts Institute of Technology, che consente di produrre dei fogli che contengono piccole capsule, queste proiettano bianco o nero a seconda della corrente elettrica che attraversa il dispositivo. La risoluzione a video è ottima: l’impressione è davvero quella di leggere un giornale, indipendentemente dalle condizioni di luce in cui ci si trova, o dall’inclinazione del lettore.
I nuovi “palmari” supportano documenti nei principali formati utilizzati dai PC, hanno batterie ricaricabili al litio, a lunga durata, una discreta capacità di immagazzinamento e possono connettersi a internet, anche in wireless. Insomma, costi permettendo, potrebbero rappresentare l’equivalente in libri (almeno 80) di un lettore mp3.

 

E-newspaper
Dovrebbero comparire all’inizio del 2007 gli innovativi periodici elettronici, che permetteranno agli utenti di scaricare dalla rete le edizioni complete di un giornale, su speciali schermi digitali in grado di essere piegati e infilati in tasca. I monitor flessibili, se commercializzati a prezzi contenuti, permetteranno di abolire le edizioni cartace, abbattendo i costi di produzione e distribuzione e risparmiando le foreste.
Xerox sta sviluppando dei metodi per produrre superfici piane flessibili particolamente economiche, per ora tavole di transistor, sulle quali è possibile stampare un documento di testo classico. Samsung, invece, si dedica alla plastica: sarebbe già riuscita a creare uno schermo LCD flessibile da 7 pollici, con risoluzione VGA.

 

Stampe parlanti

Mille parole potrebbero non bastare per descrivere un solo istante di un momento speciale. Una foto, invece, se correlata di file audio, potrebbe esprimere molto di più. Così la milanese Zanetti Studio ha creato un dispositivo in grado di inserire un messaggio sonoro all’interno di una fotografia cartacea. La stampante audio Speekysmart consente agli utenti di inserire messaggi sonori all'interno di una banda magnetica, posta lateralmente all’immagine; in pratica un nastro molto simile a quelli utilizzati per le vecchie musicassette, che può essere steso e incollato sulla carta fotografica. I suoni registrati al momento dello scatto della foto possono essere riprodotti muovendo uno speciale lettore, Speakpaper, simile a un mouse, lungo la banda magnetica.

 

Biblioteca virtuale

Testi a prova di furto, così la tecnologia del Digital Rights Management (DRM) potrebbe rivoluzionare il concetto di biblioteca (negli USA già succede). Audiolibri scaricabili online ma solo in prestito: i file, in formato proprietario Windows Media Audio, contengono protezioni per evitare la creazione e diffusione di copie non autorizzate e, alla scadenza del tempo stabilito, per rendere il file illeggibile

 

Il futuro è già adesso, ma in fondo rimpiango un buon vecchio libro….

Pubblicato il 8/10/2006 alle 8.25 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web